Palazzo Petrangeli, via Roma 28 Bagnoregio VT  |   Tel: 380.7626671  |   info@discovertuscia.it

L’itinerario segreto

Alla scoperta dei preziosi segreti secolari custoditi gelosamente dalla natura e dagli uomini, sulle tracce della storia e del mistero.

Tipologia

Percorso in auto

durata

4 giorni e 3 notti

Numero tappe

7

Difficoltà

Facile

Giorno 1

BagnoregioCivita di Bagnoregio

 

L’avvio della scoperta sarà Bagnoregio e la sua Civita di Bagnoregio. L’intera visita si trasformerà quasi in una caccia al tesoro della Storia, alla ricerca di indizi segreti più o meno nascosti. Riuscirete a scorgere le tracce etrusche? Identificare le orme lasciate dai longobardi? Avete mai visto un’autentica reliquia, come il Braccio di San Bonaventura nella Cattedrale di San Nicola? Conoscerete almeno un nome degli eroi garibaldini che qui affrontarono coraggiosamente i nemici d’Italia e sono ricordati nel Sacrario garibaldino? Avevate mai visto il Bisiluro, la velocissima macchina dei record conservata nel Museo Taruffi? Domande a cui solamente la scoperta di questi luoghi darà risposta.


ore 19:00 Partenza per la dimora secret, selezionata per il suo fascino misterioso, con sistemazione per cena e pernottamento.

 

Giorno 2

Celleno, Castiglione in Teverina e Graffignano

ore 8:30 Colazione in dimora e partenza verso Celleno, pronti a trasformarci in cacciatori di spettri. Esplorando il Borgo Fantasma potremmo incontrare lo spirito di Giovanni Gatti, ultimo discendente della potentissima famiglia viterbese, che nella piazza del castello fu trucidato. Se sarà di umore socievole potrebbe raccontarci la sua storia e magari anche evocare i suoi amici, riportando in vita il paese apposta per noi. Se non recheremo troppo disturbo, potrebbe perfino accompagnarci tra gli stretti vicoli fino al leggendario butto di Celleno, una cisterna etrusca trasformata in cassaforte traboccante di reperti medievali preziosissimi tutti da scoprire.

ore 14:00 La scoperta prosegue a Castiglione in Teverina e la chiave di uno dei rebus più antichi, quello della felicità. Il Muvis, il più grande museo a tema Agroalimentare d’Europa, grazie ai 2000 m² di spazi espositivi non assicura tutte le risposte, ma certamente offre molti profumati e squisiti tentativi. Un ulteriore mistero si cela tra i suoi cinque piani: la Cattedrale, la straordinaria cantina con gigantesche botti di 3,5 metri di diametro.

ore 16:30 alla volta di Graffignano, dove gli echi delle vite di dame e cavalieri ci guideranno direttamente alla visita di Castello Baglioni, accompagnandoci per le meravigliose stanze. Con  un briciolo di fortuna, sbirciando nei cunicoli segreti del pavimento del piano nobile si potrà intravedere il fantasma Piero Baglioni.

ore 19:30 Rientro in dimora per cena e pernottamento.

Giorno 3

Vitorchiano Sant’Angelo Roccalvecce

ore 8:30 Colazione in dimora e partenza per la Valle delle Sculture, a Vitorchiano, dove abitano le opere in peperino frutto della creatività sprigionata dai periodici simposi di artisti rinomati, sorvegliate dal Borgo Sospeso ogni volta che decide di guardar giù. Nel corso della passeggiata per il borgo riuscirete a ricordare in quale film avete visto il Vicolo dell’Arco? La trama di mistero non farà che infittirsi, intrecciando lo stupore per la bellezza del quartiere medievale con la curiosità suscitata dalla Casa della Strega.

ore 14:00 Partenza per S. Angelo di Roccalvecce, Paese delle Fiabe. Un fiabesco libro di storie e leggende da sfogliare passeggiando in un museo a cielo aperto tra coloratissimi murales e sorprendenti installazioni artistiche.

ore 17:00 arrivo a Roccalvecce che si trasforma in Borgo Alchemico per i suoi visitatori. Con sapienti giochi di luci e ombre il borgo mostrerà le sue quattro zone d’influenza: la rarefatta aria, l’impetuosa acqua, il potente fuoco e l’inamovibile terra.

Giorno 4

Bolsena

ore 8:30 Colazione in dimora. Concluderemo la scoperta dei segreti della Tuscia con Bolsena, iniziando a decifrare i misteri delle arcane Pietre Lanciate, il geosito prismatico basaltico fatto apparire misteriosamente dall’acqua durante l’eruzione vulcanica che ha dato volto alla Tuscia come la conosciamo oggi. Passeggiando sulle rive del lago, potremmo essere distratti dalle urla della Regina Amalasunta, antica sovrana ostrogota di queste terre che ancora oggi affida al vento lo strazio per l’abbandono sull’Isola Martana, remando potremmo avvicinarci al sommerso villaggio villanoviano del Gran Carro, che il lago ha conservato per noi per centinaia di anni tra i suoi segreti, svelandoli solo un po’ volta. Dopo la salita al borgo, sarà facile scoprire il segreto dell’eterna giovinezza, tra le sue vie e le piazze medievali perfettamente conservate.

Fine servizi e partenza

Vedi gli altri itinerari

itinerari

Segreto
Alla scoperta dei preziosi segreti secolari custoditi gelosamente dalla natura e dagli uomini, sulle tracce della storia e del mistero.

itinerari

storico religioso
Un viaggio nella spiritualità di luoghi a vocazione monastica, attraverso l’esplorazione del patrimonio architettonico, storico, artistico e documentario della Tuscia antica, terra di santi e martiri.

itinerari borghi storici

4 giorni 3 notti
Un’immersione nella natura più selvaggia ed ermetica, in cui le geometrie disegnate dalla potenza della terra assorbono le architetture immaginate dalla mano dell’uomo.

itinerari borghi storici

3 giorni 2 notti
Un’immersione nella natura più selvaggia ed inquietante, in cui le architetture disegnate dalla mano dell’uomo si intrecciano con le geometrie tracciate dall’estro di madre natura attraverso i millenni.

itinerari borghi storici

2 giorni 1 notte
Un’immersione nella natura più selvaggia ed ermetica, in cui le geometrie disegnate dalla potenza della terra assorbono le architetture immaginate dalla mano dell’uomo.

Pin It on Pinterest