Palazzo Petrangeli, via Roma 28 Bagnoregio VT  |   Tel: 380.7626671  |   info@discovertuscia.it

il santuario di Santa Rosa, rappresenta il cuore dell’identità viterbese, tanto forte e pervasiva è la venerazione della giovane santa da parte della popolazione. Originariamente chiesa di S. Maria, venne ribattezzata di S. Rosa nel 1258 quando papa Alessandro IV vi fece traslare il corpo della Santa. Nel corso di questi ottocento anni d’amore della città nei confronti della sua Santa il luogo che ne custodisce i resti è stato soggetto a due ricostruzioni: una prima nel XVI secolo a causa di una parziale distruzione, la seconda nel 1850 in stile neoclassico. L’aggiunta della cupola nel 1913 ha concluso il processo di trasformazione che ha dato al santuario l’aspetto che oggi conosciamo.
L’interno della chiesa, riccamente decorato, si articola in tre navate, tuttavia l’attenzione viene sempre attirata dalla tomba della santa: una teca in bronzo dorato nella quale riposa, protetto dal vetro, il corpo incorrotto di Rosa, affiancato da due angeli in preghiera, risalente al 1699.

Pin It on Pinterest

Share This